La bella e la bestia scena gay LeFou cosa succede — 2021

Foto: per gentile concessione di Walt Disney Pictures. Ci sono alcuni motivi per vedere il nuovo live-action La bella e la bestia (che è uscito OGGI e davvero buono). Prima di tutto: il fattore nostalgia. Bisogna prepararsi mentalmente affinché ogni singola corda del cuore dell'infanzia venga tirata teneramente, da 'Little Town (Belle's Song)' a 'Beauty and the Beast'. Secondo: il cast. Voglio dire, Luke Evans nei panni di Gaston è assolutamente odioso. Josh Gad nei panni di LeFou è piacevolmente divertente. Emma Watson nei panni di Belle è incredibilmente intelligente. Dan Stevens nei panni della Bestia è molto peloso. Terzo: il primo momento 'esclusivamente gay' in un film Disney. Be 'quasi. Cosa succede esattamente in questo momento incredibilmente discusso che ha portato il film a essere bandito e modificato da alcune sale?Annuncio pubblicitarioOnestamente, non così tanto. Il che significa che tutto è meglio di un'altra coppia eterosessuale caucasica che trova l'amore in un mondo da favola, ma tutto il clamore su questo momento gay esaltato riguarda una scena quasi imperdibile. Ecco esattamente cosa succede (se pensi che sia uno spoiler, smetti di leggere, ma se non lo fai, continuiamo per favore): LeFou balla con un uomo per due secondi durante la scena finale del ballo. Tutti stanno cambiando partner e lui sembra abbastanza contento del suo maschio. È carino. È breve. È, francamente, super normale e si adatta perfettamente alla narrazione. Inoltre, in un'altra parte si truccano per un minuto, ma questo conta a malapena. La Disney è super, super orgogliosa di questa fugace interazione tra due uomini (che è stato incluso per onorare uno degli uomini principali dietro il film originale del 1991, Howard Ashman, che morì di AIDS prima della sua uscita e scrisse la sigla come metafora della sua vita maledetta che aveva a che fare con la malattia da gay). E dovrebbero esserlo. LeFou il primo personaggio Disney apertamente gay, in assoluto - questa è la storia che si sta facendo. Anche se è breve (e sembra che non sia la prima volta).