Alice nel paese delle meraviglie Teorie del libro Lewis Carroll Rumors — 2021

Foto: Lewis Carroll / Pictorial Press Ltd / Alamy Stock Photo. L'uomo dietro Alice nel paese delle meraviglie è molto simile ai racconti che ha scritto: un enigma che si trova a cavallo del confine tra l'innocenza infantile e l'oscurità. Come Alice e le sue avventure sottosopra, gran parte della storia della vita di Lewis Carroll è ciò che ne facciamo. I biografi tendono a dipingere Carroll come uno dei due personaggi: un tipo strano ma gentile o un drogato pedofilo . E, proprio come con Alice

, non possiamo essere certi della verità all'interno della mitologia. Quello che sappiamo per certo è che ci sono alcuni dettagli sorprendenti che - sebbene voci più morbosamente affascinanti che prove schiaccianti - fanno parte di un accurato ritratto dell'uomo.Annuncio pubblicitario150 anni dopo che Carroll ha portato nel mondo il personaggio di Alice, Alice attraverso lo specchio - il sequel dell'adattamento diretto da Tim Burton con Johnny Depp, Mia Wasikowska, Anne Hathaway e Helena Bonham Carter - sta riportando il meraviglioso mondo di Carroll sul grande schermo. Quindi stiamo rivisitando la domanda: c'è qualcosa di sinistro dietro tutto questo capriccio? Nella tana del coniglio dei fatti e della fantasia andiamo. Chi era Lewis Carroll? Non esiste una persona simile, in realtà. Carroll era uno pseudonimo di Charles Lutwidge Dodgson, nato in Inghilterra nel 1832. Uno di 11 figli, Dodgson era un bambino timido e malaticcio con intelligenza e balbuzie. A 18 anni, ha frequentato la Christ Church, un college dell'Università di Oxford, con una borsa di studio, e vi è rimasto per oltre 20 anni, prima come studente, poi come professore e matematico. Divenne anche diacono della Chiesa d'Inghilterra ed era sulla via del sacerdozio prima di decidere che non era per lui. Ha inventato lo pseudonimo di Lewis Carroll durante la sua residenza a Oxford per pubblicare libri per bambini senza legami con la sua carriera accademica. Dodgson non si è mai sposato e non ci sono indicazioni che abbia mai avuto una relazione da adulto.Foto: Hulton Archive / Getty Images. Dodgson / Carroll nel 1855.

Amava i bambini A detta di tutti, Carroll si sentiva più a suo agio con i bambini. Ha coltivato i rapporti con i figli dei suoi amici e conoscenti, trascorrendo molto tempo con loro (con il permesso dei genitori) e mantenendo la corrispondenza. 'Grazie extra e baci per la ciocca di capelli,' disse una volta ha scritto a una bambina di 10 anni. 'L'ho baciato diverse volte - per non averti da baciare, sai, anche i capelli sono meglio di niente.' Sono citazioni come queste, unite al suo stretto rapporto con Alice e alla sua propensione a fotografare i bambini, a suscitare accuse di pedofilia.Annuncio pubblicitario Alice era una vera ragazza Henry George Liddell era il decano della Christ Church a Oxford e Carroll divenne molto vicino alle giovani figlie di Liddell: Lorina, Edith e, ovviamente, Alice, per la quale Carroll sviluppò un particolare debole. Le ragazze - spesso accompagnate dalla loro governante, che ha ispirato il personaggio della Regina Rossa - hanno trascorso molto tempo con Carroll, che le ha affascinate con storie e disegni fantastici.Foto: Bettmann / Getty. Alice Liddell, senza data. Carroll fotografato bambini nudi Carroll era un appassionato fotografo e, secondo il Smithsonian , ha scattato oltre 1.500 fotografie di bambini, inclusi 30 studi nudi o semi-nudi, come un nudo integrale della sorella di Alice, Lorina, come riportato nel documentario della BBC Il mondo segreto di Lewis Carroll .

Alice ha 6 anni nella famosa serie di lei che indossa un abito lacero. 'Confesso che non ammiro i ragazzi nudi nelle foto', una volta Carroll ha scritto della sua propensione a fotografare ragazze giovani. 'Mi sembra che abbiano sempre bisogno di vestiti: mentre a malapena si vede perché le adorabili forme delle ragazze dovrebbero mai essere coperte (sic)!' Non ha mai avuto intenzione di scrivere Alice Il 4 luglio 1862, Carroll e un collega portarono le tre ragazze a fare una gita a remi e fare un picnic lungo il Tamigi. Per intrattenere le ragazze, Carroll raccontò loro la storia che sarebbe diventata il Alice nel paese delle meraviglie lo sappiamo oggi. '(I) n un disperato tentativo di eliminare una nuova linea di tradizioni fatate', Carroll ha scritto nel suo diario, 'avevo mandato la mia eroina direttamente nella tana del coniglio, tanto per cominciare, senza la minima idea di cosa sarebbe successo dopo'. Con incoraggiamento e editing, pubblicò il libro nel 1865. Le avventure di alice nel paese delle meraviglie insieme al sequel Attraverso lo specchio e ciò che Alice vi ha trovato , divenne il libro per bambini più venduto in Inghilterra alla morte di Carroll nel 1898.Annuncio pubblicitario Foto: British Library / Robana / REX / Shutterstock. Illustrazione del Tea Party del Cappellaio Matto, di Sir John Tenniel Ci fu una caduta Nel 1863, il rapporto di Carroll con la famiglia Liddell misteriosamente conclusa dopo anni di stretta amicizia. Alla fine riprese la comunicazione con Henry e sua moglie. Le loro figlie, tuttavia, non trascorsero mai più del tempo da sole con Carroll. Non sappiamo perché. C'è un pagina mancante dal suo diario di quell'anno, che alcuni credono discuta la causa del disastro. È stato ipotizzato prima che Carroll propose ad Alice. Una possibilità inquietante, ma non inaudita all'epoca (l'età del consenso era di 12 anni e gli uomini spesso sposavano donne molto giovani). Notevole anche? Il diario di Carroll del tempo 'racconta le sue angosciate battaglie con il peccato e chiede a Dio la forza per resistervi', come New York Times lo mette. Così il gioco è fatto. Misteri e prove incriminanti abbondano, ma non c'è niente di concreto per provare la peggiore delle accuse.